Ho iniziato a occuparmi di Coaching e di tecniche di Allenamento Mentale a partire dal lontano 2006. Sono stati anni di impegno continuo che mi hanno portato a lavorare a livelli sempre crescenti, arrivando a realizzare collaborazioni con aziende di rilievo, manager, imprenditori e sportivi di massimo livello.

Oggi le mie collaborazioni superano i 250 clienti e ho all’attivo oltre 900 ore di coaching personale e privato erogate. Nel frattempo, continuo a studiare e soprattutto a praticare metodologie diverse per aiutare i miei clienti a ottenere i risultati che desiderano nella vita, nel lavoro e nello sport, allenando la mente attraverso collaudate strategie e tecniche efficaci.

A partire da luglio 2018 ho deciso, per primo in Italia, di cambiare il modello attraverso cui propongo i miei servizi di Mental Coaching. Questo post serve quindi a spiegarti come funzionavano le cose prima di questo cambiamento, perché ho deciso di evolvere e quali vantaggi hai scegliendo di abbonarti oggi a un servizio personale di Coaching professionale.

IL VECCHIO MODELLO

Ho sempre voluto impostare il mio lavoro su una base concreta: chi collabora con me deve ottenere risultati tangibili in breve tempo, entro un orizzonte che stabiliamo insieme all’inizio del percorso di Coaching e che ci aiuta a lavorare con intensità. Non ho mai visto di buon occhio i percorsi troppo lunghi: una delle responsabilità di un buon Mental Coach è fornire ai clienti gli strumenti per migliorarsi, concretamente e rapidamente, attraverso l’allenamento mentale. Per questo, salvo caso di atleti che mi hanno chiesto di essere seguiti per una intera stagione sportiva, i miei percorsi di Coaching hanno avuto durante complessive tra i due e i quattro mesi.

Un’altra caratteristica del lavoro che ho portato avanti è stata la personalizzazione dei percorsi: ognuno di noi ha obiettivi differenti, disponibilità diverse e talenti da allenare. Per questo ritengo che sia poco efficace proporre a tutti lo stesso tipo di lavoro, e dopo ogni nuovo contatto mi sono preso del tempo – prima di iniziare a lavorare – per personalizzare sia i contenuti sia la modalità dei miei percorsi. Questa flessibilità è stata apprezzata e ha dato risultati di eccellenza in diversi ambiti.

L’ultimo punto fermo del modello che ho applicato in questi anni ha a che fare con il valore del mio lavoro: essere un Mental Coach è una responsabilità, perché chi ti sceglie ti affida un sogno, un desiderio di cambiamento e di miglioramento, la riuscita di un risultato sportivo di livello, la strategia di crescita di un’azienda. Mi sono impegnato, prima dell’inizio di ogni attività, nel rispettare questa responsabilità e calibrare la quota del mio intervento proprio sul valore che avrebbe portato. Non è sempre facile quantificarlo: pensa ad esempio all’impatto economico che un Mental Coach ha sulla vita di uno sportivo professionista quando questo, dopo un lavoro di allenamento mentale, ottiene un raddoppio e un prolungamento dell’ingaggio… o, allo stesso modo, quando aiuti un’azienda a incrementare del 10% il fatturato annuale. Questo serve a farti capire come fosse una oggettiva difficoltà prevedere una corretta quotazione del mio intervento in un percorso di coaching.

Ho avuto modo di riflettere a lungo su questi punti da migliorare e il 10 luglio 2018 ho reso pubblica la soluzione che ho scelto e che risolve queste tematiche generando una serie di interessanti benefici anche per il miei clienti.

UN MODO NUOVO DI VIVERE IL COACHING

Finora, ho lavorato in questi tre ambiti: il Life Coaching, rivolto a coloro che hanno un obiettivo personale da raggiungere o un cambiamento da attuare, il Business Coaching, rivolto alle aziende e agli imprenditori e centrato anche sull’erogazione di corsi, e lo Sport Coaching, che mi ha messo a contatto con atleti di alto livello in varie discipline, dal calcio al tennis, dal volley al motociclismo, dal rugby al golf.

Le modalità di fruizione del mio servizio di Personal Coaching erano le seguenti (te le riporto nell’ordine di preferenza riscontrato tra miei clienti):

  • Di persona, in modalità one-to-one, a Torino o in altre zone di Italia. Questa modalità mi ha permesso di incontrare singolarmente le persone e stabilire con loro una relazione profonda, lavorando privatamente attraverso una serie di incontri personali di durata concordata. E’ il modello di Coaching più diffuso tra i professionisti.
  • Online, utilizzando servizi di videochiamata come FaceTime o Skype. E’ una modalità di lavoro intelligente perché permette anche a chi non può raggiungermi di collaborare con me. E’ più economica e flessibile e l’ho utilizzata spesso anche per dedicare sessioni di feedback a coloro con cui lavoravo di persona.
  • Via email, su temi molto specifici e rapidi da affrontare. Ho aperto questa possibilità nel 2010 e ha riscontrato un buon successo, rivolgendomi soprattutto a coloro che avevano già chiaro l’obiettivo ed erano vincolati da limiti di tempo e di budget contenuti, oppure a chi preferiva mantenere una certa distanza pur affidandosi a un percorso di Coaching professionale.

Da oggi, tutte queste opzioni non sono più disponibili e l’unico modo per usufruire dei miei servizi di Coaching è attraverso un modello ad abbonamento.

Naturalmente, ho pubblicato una pagina dedicata per spiegarti tutto sulla nuova opportunità: la puoi trovare qui.

TUTTI I VANTAGGI

Il nuovo modello ad abbonamento è migliore sotto ogni punto di vista rispetto a quanto fatto finora. Voglio elencarti qui alcuni dei principali vantaggi che comporta:

  • Invece di lasciare che sia il Coach a farlo, sei tu che decidi la durata del tuo percorso. Naturalmente, più tempo lavoreremo insieme più avremo la possibilità di arricchire la tua esperienza toccando temi diversi, lavorando sui tuoi obiettivi, le motivazioni, la gestione dello stato d’animo, l’identità, le convinzioni inconsce, gli schemi di pensiero e di comportamento, la comunicazione efficace e persuasiva. Questi sono alcune delle aree di miglioramento sulle quali possiamo collaborare, e grazie a questo nuovo modello avremo modo di concordare insieme in quale direzione far progredire e proseguire il tuo percorso
  • Sei tu che decidi anche il budget. Non tutti, finora, hanno avuto la possibilità di prendere parte a un percorso di Coaching professionale, pur desiderandolo. Uno dei miei obiettivi è rendere il servizio disponibile per tutti. I modello ad abbonamento che ho preparato prevede tre diverse possibilità a investimento crescente, in modo da lasciare al Cliente la libertà di scegliere quali risorse dedicarvi. Da oggi, quanto spendere è una tua decisione e il Coaching professionale non è più qualcosa che puoi permetterti oppure no.
  • Sei più motivato a lavorare e a prendere decisioni consistenti: più ti applichi e ti alleni, prima raggiungerai i tuoi traguardi. Questo significa che non dovrò occuparmi io di ricordati di allenare la mente secondo quanto ti trasferirò, perché farlo è ancora di più nel tuo interesse. Prima arrivi al tuo obiettivo, meno investi nella tua formazione e puoi dedicare le risorse restanti ad altri progetti.
  • Creeremo una comunità ad accesso riservato che sarà un grande valore aggiunto e nella quale condivideremo le tecniche, le strategie e le abilità più efficaci oltre a tutte le esperienze dirette di chi ha lavorato con me. Avere la possibilità di farne parte ti dà accesso a storie reali di successo, e tutti sappiamo che condividere il successo genera altro successo!
  • Avrò modo di focalizzarmi ancora di più sul fornirti Coaching di alto livello. Non dovermi occupare sistematicamente della proposta e della vendita dei miei servizi mi dà modo di avere più tempo per concentrarmi su di te, sui tuoi progetti e sul tuo miglioramento. Questo ti porta ad avere un servizio ancora più completo e ricco. Ci guadagniamo tutti.
  • Creiamo una relazione. Credo moltissimo nell’efficacia di relazioni che funzionano, dove la fiducia, l’impegno reciproco del Coach e del cliente sono una delle discriminanti di un grande risultato. Essere in relazione continua, lavorare insieme mese dopo mese, ci permette di conoscerci in profondità e di aumentare l’empatia e la capacità di ottenere il meglio da noi stessi.

Questi sono alcuni benefici che hai scegliendo di abbonarti al mio nuovo servizio di Coaching professionale. Ho deciso, proprio perché credo fortemente in questa nuova modalità, di abbandonare tutte le altre opzioni: se vuoi lavorare con me, questo è l’unico modo. Verranno proposti invece corsi e percorsi personalizzati solo a richiesta: se sei uno sportivo professionista che vuole un servizio di allenamento mentale ancora più personalizzato e assiduo preparerò per te un programma personale dopo esserci incontrati, e lo stesso vale se vuoi usufruire di un corso privato per la tua azienda. Solo in questi casi, puoi contattarmi per pianificare.

ADESSO PUOI PRENDERE TUTTE LE INFORMAZIONI CHE TI OCCORRONO SUL NUOVO MODELLO DI COACHING E MI AUGURO DI POTER COMINCIARE OGGI STESSO ANCHE CON TE A LAVORARE SUL TUO MIGLIORAMENTO E VERSO I TUOI MIGLIORI OBIETTIVI