E' arrivato il nuovo manuale sul Coaching Professionale. Scopri subito "La mia Vita da Coach" 👍🏻

La Condizione 3A

Una mente alleata, allenata e allineata

Created with Sketch.

Quali sono le caratteristiche di una mente di qualità? Che cosa distingue un pensiero brillante ed efficace da uno meno funzionale? Quando possiamo dire che una mente Ã¨ forte e quando invece dobbiamo considerarla più debole?

Il coaching cerca risposte a queste domande e ad altre simili da quando è nato. Lo fa attraverso lo studio degli uomini e delle donne che riescono in ciò che si prefiggono di portare a termine: il cosiddetto modellamento delle loro strategie di pensiero, di decisione e di comportamento. Modellare un individuo significa cercare schemi ripetuti nei suoi processi mentali (che poi si traducono in azioni concrete) e – una volta riconosciuti – metterli in atto in contesti simili alla ricerca del medesimo risultato positivo. 

Non è, però, tutto così semplice. La mente umana racchiude interi universi, è complessa, in certi aspetti insondabile e le variabili che sono coinvolte quando si parla di performance sono molteplici, non sempre conosciute e sicuramente complesse da prevedere. 

Seguendo la volontà di rendere il coaching facile e applicabile concretamente anche da chi non ha il tempo per approfondire e studiare ogni concetto, ho lavorato a lungo per definire una condizione mentale complessiva, la stessa che riscontro essere presente nelle persone di successo che affianco. Ci sono tre fattori che ricorrono in tale condizione e, per pertanto, ho deciso di chiamare questa configurazione mentale la Condizione 3A. E’ un semplice nome mnemonico per ricordarsi di che cosa stiamo parlando.

La Condizione 3A prevede che la mente sia:

  • Alleata
  • Allenata
  • Allineata

Ti spiego con più dettaglio che cosa significano queste tre fondamentali caratteristiche.

Mente ALLEATA

Una mente alleata è una mente che – semplicemente – non ti gioca contro. Ti risparmia limiti che non ci sono, non ha convinzioni disfunzionali e il dialogo interno è efficace nella sua azione positiva sullo stato d’animo dell’individuo. Quindi, una mente alleata gode di almeno questi tre benefici: corretta percezione di sé stessi, consapevolezza delle risorse disponibili e convinzioni inconsce di supporto.

Che vantaggi ti dà avere una mente alleata?

Qualsiasi prestazione tu riesca a ottenere – in ambito di lavoro, nello sport, nello studio, nella comunicazione e così via – dipende da due elementi: la tua preparazione tecnica e la tua capacità di esprimere proprio quel potenziale tecnico. E’ come dire che un’auto è tanto veloce quanto è elevata la potenza che ha a disposizione unita alla capacità del pilota. Se uno dei due elementi è limitato, quindi se il motore ha pochi cavalli oppure il pilota non riesce a sfruttarli tutti, l’auto è più lenta del suo potenziale.

Le nostre performance si adeguano allo stesso meccanismo. Supponi ad esempio di volere essere un venditore efficace: se non hai sufficiente preparazione sulle tecniche di vendita e sul giusto atteggiamento farai sicuramente fatica. E farai fatica anche se sei preparato tecnicamente ma non sei abbastanza bravo nel comunicarlo ai tuoi clienti. Per riuscire, devi avere entrambi gli ingredienti a disposizione: la capacità tecniche che puoi studiare o imparare da qualcuno e la possibilità mentale di metterla in pratica.

Ecco che cosa fa una mente alleata: ti dà modo di esprimere quando ti serve il tuo massimo potenziale tecnico, in ogni ambito. Se non è alleata, può essere neutra (e quindi la tua capacità di esprimerti sarà causale e dipendente da fattori esterni) oppure addirittura ostile, sabotando i tuoi tentativi.

Mente ALLENATA

Una mente allenata Ã¨ una mente abituata a gestire le situazioni, lavorando per obiettivi e non per principi (concetto che approfondirò in futuro). Significa essere capaci di adattarsi rapidamente ai contesti che cambiano, abituati a lavorare in equilibrio, con uno senso critico sviluppato e una capacità di analisi e di pensiero profonde.

Allenare la mente è il cuore del coaching. Anzi, il termine coaching racchiude proprio il concetto di allenamento mentale: similmente a come alleni i muscoli in palestra, puoi rendere più sviluppati e forti i tratti della tua personalità come resilienza, adattamento, resistenza, gestione della pressione, intelligenza emotiva, pensiero lucido e molti altri.

L’analogia con i muscoli del corpo continua anche quando la mente non viene allenata: se la lasci continuamente a riposo, beatamente in comfort e senza sottoporla regolarmente a nuove sfide, i tratti elencati sopra si indeboliscono e diventi meno capace di adattarti, di essere resiliente, di gestire le situazioni e di aprirti a nuove visioni delle situazioni.

La mente va allenata con un programma e se possibile continuamente. Sottoporla a stimoli diversi, sfidarla, tenerla dinamicamente attiva e impegnarsi per migliorare le nostre aree meno sviluppate è il modo efficace per poterne utilizzare a pieno le risorse.

Mente ALLINEATA

Una mente allineata gode di obiettivi chiaramente definiti e che non contrastano con il tuo codice di comportamento, la tua etica e i tuoi valori. Questo concetto è particolarmente importante perché impatta sia sulla tua capacità di produrre risultati sia sul grado di soddisfazione complessivo che sperimenti nella vita.

Se la mente non è allineata allora possono intervenire due meccanismi. Il primo è la dispersione di tempo ed energie, la stessa – per tornare all’analogia con l’automobile – che hai quando viaggi senza una meta prestabilita: vai appunto a fare un giro, il che può essere rilassante e piacevole, ma non raggiungi un traguardo fisico e quando torni al punto di partenza hai per certi versi sprecato carburante e investito del tempo per ritrovarti dove eri prima, oppure in un luogo che non ti piace o non ti interessa. Il secondo meccanismo che si innesta se la mente non è allineata è un certo grado di insoddisfazione rispetto ai risultati che hai ottenuto, perché questi potrebbero non rispecchiare la persona che invece vuoi diventare. Ecco perché quando si lavora nei percorsi di coaching è sempre utile un check tra ciò che vuoi realizzare e quelle che sono le tue regole di vita, i tuoi valori, che cosa è importante per te. Gli obiettivi, anche quando pienamente raggiunti, non devono andare in contrasto né con la tua identità né con lo stile di vita complessivo che ambisci a realizzare.

Se poi questo contrasto, anche ipotetico, fosse particolarmente forte tanto da essere considerato dalla tua mente come pericoloso, allora questa attuerebbe senza che tu te ne renda conto una serie di “sabotaggi” alle tue stesse azioni, con l’obiettivo di proteggerti e con il risultato di allontanarti dall’obiettivo su cui stai lavorando.

Ecco perché è importante che la mente sia anche allineata rispetto a quanto vuoi realizzare in un certo ambito della tua vita.


La Condizione 3A Ã¨ quindi la convivenza dei tre elementi che ho spiegato in questo articolo e riguarda l’avere la mente alleata, allenata e allineata. E’ una condizione ottimale di espressione della persona e va ricercata con determinazione perché – una volta raggiunta e mantenuta – ti permette di esprimere serenamente e con efficacia i tuoi talenti e di arrivare ai risultati che ti prefiggi.

Come riuscirci?

Se sei interessato a scoprire le strategie e le metodologie di lavoro del coaching professionale hai varie possibilità di collaborare con me: puoi entrare a far parte di Membership Coaching – la prima realtà di coaching continuativo attiva già dal 2017 (e che oggi copiano tutti) – scegliendo la tipologia e la durata del tuo percorso.

Puoi prenotare in totale autonomia una o più sessioni di personal coaching, scegliendo giorno e orario, dopo avere risposto a specifiche domande di profilazione che mi permettono di offrirti la miglior consulenza possibile.

Infine, se tutto questo non rispecchia pienamente il tipo di servizio che stai cercando, puoi comunque contattarmi privatamente e spiegarmi nel dettaglio qual è la sfida che ti vede coinvolto.



Commenta con Facebook